Una fattura da $ 105K inviata ai genitori dopo che 3 studenti, che non erano di Chicago, hanno frequentato erroneamente le scuole CPS

Melek Ozcelik

Il CPS chiede che gli studenti siano espulsi immediatamente dalle loro attuali scuole e che gli sia vietato di frequentare qualsiasi scuola di iscrizione selettiva in futuro.



File Sun-Times

Gli alti funzionari delle scuole pubbliche di Chicago affermano che tre studenti che vivono fuori città hanno frequentato erroneamente le scuole CPS e il distretto sta ora pianificando di fatturare ai loro genitori più di $ 100.000 in tasse scolastiche.



Il CEO di CSP Pedro Martinez ha scritto in una nota al Board of Education lunedì che gli investigatori hanno identificato tre studenti le cui famiglie non risiedevano in città durante la loro iscrizione alle scuole di Chicago dal 2012-13 al 2018-19.

Martinez chiede al consiglio di agire contro le famiglie durante la riunione mensile di mercoledì.

Ciò include la fatturazione ai genitori di $ 105,186 in tasse scolastiche non residenti, l'espulsione degli studenti dalle loro attuali scuole e il divieto permanente a due di loro di frequentare scuole o programmi di iscrizione selettiva



Martinez non ha nominato gli studenti, non ha identificato quali scuole hanno frequentato, dove vivevano effettivamente o se provenivano dalla stessa famiglia o da famiglie diverse.

Mentre i bambini di età compresa tra 5 e 21 anni che vivono a Chicago possono frequentare le scuole CPS gratuitamente, tutti i tutori devono fornire una prova della residenza attuale al momento dell'iscrizione, a meno che lo studente non abbia un indirizzo permanente. Nell'anno scolastico 2019-20, il tasso di iscrizione non residente è stato di $ 13.936 all'anno.

I genitori di periferia in passato sono stati catturati per aver mandato i loro figli a scuole di iscrizione selettiva molto ricercate in città utilizzando indirizzi falsi o indirizzi di parenti. Altri genitori sono stati citati per aver rivendicato indirizzi in parti della città dove avevano maggiori possibilità di essere accettati nelle scuole.



Dopo l'ispettore generale del CPS Nicholas Schuler nel 2015 avvertito del crescente problema delle frodi , e la facilità con cui le famiglie potevano aggirare il sistema, il CPS ha aggiunto politiche più severe e sanzioni finanziarie e ha vietato agli studenti in violazione di frequentare in futuro qualsiasi scuola di iscrizione selettiva.

Cheyanne M. Daniels è una giornalista del Sun-Times via Rapporto per l'America, un programma di giornalismo senza fini di lucro che mira a rafforzare la copertura del giornale sulle comunità del South Side e del West Side.

Par: